1.21.2015

RECENSIONI: FERITE A MORTE di Serena Dandini

Scomparsa?! No sono qui, niente buoni propositi per questo inizio anno, o meglio forse avevo fatto una lista, ma devo averla persa, e con lei anche i miei buoni propositi. Purtroppo non riesco ascrivere post con la frequenza di un tempo, per ora è cosi, ma spero di tornare presto a tenere attivo questo mio diario interattivo.
Ma bando alle ciance, sono qui, sul letto a scrivere una recensione di un libro appena finito di leggere, e come tutte le recensioni vanno fatte di getto, sull'onda delle emozioni, perché se passano i giorni le sensazioni e gli stati d'animo svaniscono piano piano. Si stati d'animo, perché un libro come questo: FERITE A MORTE di Serena Danidini non può non suscitare stati d'animo contrastanti. Un libro nelle corde dell'autrice, ironico ed amaro allo stesso tempo, è il punto di vista delle vittime, donne morte per mano di un uomo, se poi così si possono chiamare. Ironico perché riesce a far sorridere perché tocca argomenti cosi delicati con la sensibilità che sono una donna può avere, e amaro perché racconta storie reali di donne reali che ormai non ci sono più.


Lo consiglierei?
Non posso che consigliarlo, perché fa riflettere, pensare e capire che avvolte ciò che si scambia per amore è tutt'altro.

Nessun commento:

Posta un commento

...thank you!